Hogan Black Boots

A livello continentale, oltre la metà dei cittadini italiani (2.684.325) risiede in Europa (54%), piu specificatamente nei primi quindici Paesi Ue (1.984.461, il 39,9%) mentre 2.010.984 vivono in America (40,4%), soprattutto in quella centro meridionale (32,5%). A seguire l (3%), l (1,3%) e l (1,3%). I primi tre Paesi con le comunità più numerose sono Argentina (804.260), Germania (723.846) e Svizzera (606.578), mentre il Regno Unito segna la variazione più consistente (+27.602 iscrizioni nell anno).

La piccola ditta calzaturiera a conduzione familiare aveva capito come arrotondare i propri introiti, affiancando alla produzione lecita di scarpe da vendere ai grossisti locali, la riproduzione delle ambite Hogan. Dell’attività illecita svolta dal titolare della ditta di Taviano, un 43enne, se ne sono accorti i militari della Guardia di finanza di Lecce, che oltre a denunciare all’autorità giudiziaria l’uomo, hanno sequestro 180 calzature e 158 suole, tutte recanti il noto marchio Hogan abilmente contraffatto. Inoltre, 48 fustelle recante la griffe illecitamente riprodotta..

Dopo l’osannato esordio di Private, Saverio Costanzo torna dietro la macchina da presa con un film che conferma e loda le sue capacità registiche. Girato interamente in un convento gesuita (nell’isoletta veneziana di San Giorgio Maggiore) è la storia di Andrea, un uomo ricco e vincente che non si accontenta della sua esistenza materiale, andando alla ricerca di risposte che solo la meditazione e il ritiro spirituale possono soddisfare.Nella confraternita, Andrea scopre il volto del silenzio e la forza della fede, continuando a dar sfogo ai dubbi che lo assalgono, dando loro voce e condividendoli con gli altri novizi. Sarà proprio l’amicizia con uno di loro, il ribelle Zanna, a convincere Andrea dell’inadeguatezza del luogo e dell’impossibilità del suo credo.

MAGARI GLI ARABI COMPRERANNO ITALO. Siccome Montezemolo è uomo intelligente, avrà subito rilevato il conflitto di interessi in cui si trova. E magari in cuor suo avrà pensato a come risolverlo. Ci sono quelli ricorrenti, decisamente troppo, ma verso il terreno di gioco, e quelli episodici in faccia agli avversari. Nel calcio lo sputo, insieme a tanti altri gesti ignobili che rendono sempre di più il campo un’arena senza regole, sta diventando un fenomeno che la prova tv con conseguente stangata di squalifica non sembra però arginare. Il duello a suon di saliva tra Rosi e Lavezzi (LE FOTO), che nell’incandescente Roma Napoli di sabato scorso è costato ai due tre turni di stop come da copione, è solo l’ultimo di una lunga serie..

Lascia un commento